Poiein APS con il contributo del Comune di Piateda, ha portato a termine i lavori del II Premio Letterario Nazionale Gianmario Lucini. Il concorso, dedicato alle raccolte di poesia e alle poesie singole in lingua italiana, nei dialetti italiani e in altre lingue, anche minoritarie, inedite e mai premiate in altri ambiti, si è concluso a gennaio di quest’anno.
La Cerimonia di Premiazione si terrà sabato 25 settembre alle ore 17.00 all’Ostello Guicciardi di Via Galeazzi 26 di Piateda (Sondrio) alla presenza del Sindaco di Piateda Simone Marchesini, dell’Assessore all’Istruzione Cultura e Politiche Giovanili Giovanna Simonini, della responsabile della Biblioteca Roberta Pusterla, della Presidente del Premio Marina Marchiori e dei responsabili di Officina delle Idee, il progetto culturale del comune.
A seguire, alle 20.30, è previsto il concerto dei Mud Pie, un duo composto da Marta Colombo (voce e percussioni) e Alex Stangoni (chitarra e cigarbox guitar). Il blues dei Mud Pie ha radici nel lontano Mississipi, ma anche nell’elettronica, nel jazz e nelle profonde influenze della musica africana.

Sono 210 le opere inedite arrivate al Premio (99 raccolte inedite, 111 selezioni di poesia inedita). I “manoscritti” – settanta in più rispetto alla prima edizione – sono arrivati da tutta Italia per onorare la memoria di Gianmario Lucini, poeta, critico, editore, che ci ha lasciato a fine ottobre del 2014. Nato nel 1953, originario di Piateda, Gianmario Lucini ha vissuto in Valtellina. Con lo strumento della poesia ha rivolto critiche contro le forme di ingiustizia nella società umana, consapevole della necessità di dare un contributo nella costruzione della civiltà. Spesso, nei suoi versi, ha affrontato la questione della mafia e della corruzione, ma ha anche considerato la bellezza della Natura e delle opere umane come motivo per accrescere la dimensione interiore e filosofica nell’uomo. Numerosi sono, tra l’altro, i documentari sulle Alpi Orobie, dove un bivacco porta il suo nome.
La Giuria del Premio, ha reso nota la rosa dei poeti segnalati e finalisti nelle due sezioni su Poiein.it. Nella sezione dedicata alla raccolta inedita è risultato vincitore il lombardo Giuseppe Nava, seguito dal friulano Giovanni Tuzet, terzo il giovane poeta pugliese Alessio Paiano. Giuseppe Nava, poeta molto attivo che ha già all’attivo tre pubblicazioni, ha pubblicato l’opera vincitrice Le attese per l’editore marchigiano Vydia, con cui Poiein collabora da due anni.
La sezione dedicata al testo inedito è stata vinta dalla giovane poetessa sarda Valentina Murrocu, secondo Alfredo Panetta con una poesia in dialetto calabrese e terza un’altra pugliese, Claudia Di Palma.
Tra le curiosità di questa edizione del Premio, è la partecipazione di PoAIltry, la prima intelligenza artificiale che scrive poesie in italiano, i cui testi sono stati iscritti dal suo creatore Michele Laurelli e risultano tra quelli segnalati e si possono leggere sul sito dell’associazione.
Oltre ai poeti vincitori, saranno presenti per la giuria il critico e giornalista del Corriere della Sera, Ottavio Rossani, la Professoressa Alessandra Giappi dell’Università Cattolica di Milano, il poeta e Presidente del Premio Franco Fortini Christian Sinicco e per il comitato organizzatore Claudio Protto. Tra i poeti finalisti e segnalati, leggeranno il calabrese Alfredo Panetta, l’abruzzese Nino Iacovella, il milanese Carlo Tosetti e, dall’Emilia-Romagna, Leila Falà, Monica Guerra e Rossella Renzi.

 

Poiein APS

I vincitori e finalisti del Premio Letterario Nazionale Gianmario Lucini

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews