GIOVEDI’ 23 SETTEMBRE 2021

Nella splendida cornice delle montagne che sovrastano i laghi di Cancano, una soleggiata giornata di settembre illumina cinque joëlette con assistenza elettrica messe a disposizione dal Parco Nazionale dello Stelvio per una passeggiata in compagnia, voluta dal CAI Valdidentro e organizzata in collaborazione con CAI Valfurva e associazione dappertutto OdV.

Cinque amici  (Gurini Moreno – Romani Nadia – Lanfranchi Marco – Bruseghini Stefano – Romani Valentina) con disabilità motoria  sono stati accompagnati in un bel giro di circa 10 km ad ammirare e godere dei benefici della montagna, grazie al prezioso e generoso aiuto di parenti, amici, volontari, fra tutti una quarantina di persone allegre e dinamiche.

Di buon mattino nel parcheggio nei pressi delle torri di Fraele, un ottimo lavoro di squadra permette di montare velocemente tutte le joëlette, per poi iniziare l’escursione.

Il gruppo passa lungo un sentiero tra i pini mughi, scende sulla strada che costeggia i laghi, attraversa la diga che forma il lago di Cancano, sale alla chiesetta di San Erasmo e giunge fino all’imbocco della val Forcola per osservare il percorso di salita verso la bocchetta omonima.

Grazie all’entusiasmo dei vari conduttori che si sono alternati alla guida delle joëlette e all’aiuto del motore elettrico tutto il tragitto viene percorso senza alcuna difficoltà tecnica o fatica; c’è anche qualche sosta per ammirare il panorama e scattare foto per immortalare le splendide immagini.

Al ritorno presso il Rifugio Montescale, un ottimo pranzo, gentilmente offerto dai CAI Valdidentro e Valfurva, è allietato sul finale dalla fisarmonica di Carla che coinvolge tutti nel canto.

Un’esperienza davvero coinvolgente, da ripetere appena possibile!

 

Luciano Bertolina CAI VALFURVA

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews